Al giorno d’oggi, è diventato un problema anche l’acquisto del materasso, vista l’infinita offerta. Perciò, cercherò di darvi una mano, indicandovi alcune possibili soluzioni.

Prima di tutto dovete stabilire, più o meno, quanto volete o potete spendere per indirizzare il rivenditore e risparmiare tempo. Altro elemento importantissimo è il peso. Persone pesanti hanno bisogno di materassi che li sostengano. Ci perderanno un po’ in “comfort”, ma ci guadagneranno in salute personale e durata del materasso. Al contrario, persone leggere avranno bisogno di materassi più dolci, più confortevoli. La stessa distinzione vale tra giovani ed anziani. Gli anziani preferiscono materassi più morbidi, più confortevoli. Ovviamente, questa è una regola generale, fatte salve le eccezioni che pur ci sono. Buona regola è non stravolgere le proprie abitudini.

Essenzialmente esistono 3 tipi di materassi: MOLLE, ESPANSI, VECCHI MATERASSI DI LANA (questi ultimi ormai, purtroppo, vanno scomparendo). Tra i MOLLE, troverete quelli vecchia maniera (coi punti, che ormai costruiscono solo gli artigiani) e quelli moderni (losangati con l’imbottitura cucita direttamente sul tessuto) prodotti dalle industrie.

Quelli “losangati” esistono da 400 e 700 molle nonchè con molle “indipendenti” o “insacchettate”.
Chi predilige la durata e la consistenza, sceglierà i classici coi punti che, tra l’altro, hanno un miglior rapporto qualità prezzo e durata. Unico inconveniente sono più pesanti degli altri e dal punto di vista anatomico non possono raggiungere i livelli di altri più sofisticati. Tuttavia sono più naturali e vanno benissimo per quel 15% di persone che soffrono il caldo o sudano molto. Per quel che riguarda i losangati, vi consiglio di evitare gli economici (poco imbottiti) che sono scomodi, per niente anatomici e fanno presto “la buca”. Si possono trovare dei buoni materassi losangati da 400 e 700 molle a prezzi contenuti. I materassi a molle insacchettate, mediamente sono più alti degli altri (circa 25 cm). Sono i più anatomici e se ne trovano di tutti i tipi (800, 1600, ed anche 3000 molle). Costano più degli altri tipi (evitate quelli troppo economici). Personalmente, li sconsiglio alle persone pesanti (100 o più chili).

Riguardo agli espansi, potete trovarne da semplici sottovuoto in poliuretano ai più raffinati a base di visco elastico. Se volete spender poco potreste valutare l’acquisto di un sottovuoto. In questo caso assicuratevi che non sia eccessivamente rigido e che abbia una buona densità (25/30 Kg al metro cubo) per evitare che faccia la buca dopo poco tempo. Ci sono poi dei “poliuretani” particolari, indeformabili o schiumati ad acqua, caratterizzati da alte densità. Questi utlimi, composti a strati, possono dar vita a materassi molto interessanti, indeformabili, confortevoli o sostenuti, a seconda dei gusti, a prezzi convenienti. I materassi a base di “visco elastico” sono molto di moda utlimamente e possono (a seconda di come sono strutturati e dai materiali usati) essere molto confortevoli. Quelli più raffinati sono montati assieme ad altri materiali, per formare una combinazione molto molto anatomica. Sconsigliati a chi soffre particolarmente il caldo.

Comunque, è buona regola provare sempre i materassi prima dell’acquisto. Capisco che pochi minuti siano pochi per stabilire quello giusto però, intanto, avrete un’idea di quello che vi aspetta senza andare alla cieca. Prima di recarvi da un rivenditore, prendete la misura (lunghezza e larghezza, da esterno a esterno del tubo) della vostra rete. Buona fortuna e buon sonno. ENRICO DAZZI.